Libri consigliati

Cinque rubriche per viaggiare nel mondo dei libri:

Da che libro è tratta questa illustrazione? 
Rubrica per giocare a riconoscere le illustrazioni dei libri recensiti nell'articolo.

Vai alla Rubrica

Bibliografie tematiche. 
Percorsi tematici per conoscere i libri relativi ad argomenti specifici.

Vai alla Rubrica

Un libro per l'adulto, uno per il bambino. 
Coppie di libri dedicati alle due diverse fasce d'età, ma uniti da un argomento comune.

Vai alla Rubrica

Immagini e riflessioni del crescere tra i libri. 
I vostri contributi fotografici per testimoniare l'incanto dei bambini assorti nella lettura.

Vai alla Rubrica

I contributi degli specialisti in vari ambiti relativi al mondo della parola.

Vai alla Rubrica

Mamma! Un fumetto di Liz Climo per raccontarci come siamo, ridendo e scherzando Quando ho scoperto di essere incinta del mio secondo figlio, la prima aveva undici mesi. La mia reazione alla novità me la ricorderò finché campo: un cocktail emotivo di gioiosa accettazione e incommensurabile tragedia. “Che meraviglia un secondo
Perché faccio ciò che faccio: cos’è Leggimiprima, e cosa NON è. C’è stato un momento della mia vita in cui ho deciso di creare un progetto da portare alle persone, che mettesse insieme la mia passione per i libri, con la mia competenza come libraia e la mia esperienza come
I bambini delle storie non devono essere bravi: devono essere veri.  Emma AdBåge, Il regalo, Beisler editore In un tempo neanche troppo remoto i protagonisti degli illustrati in Italia erano bambini perfettini e boccolosi, capaci solo di descrivere ciò che il bambino non è, non è mai stato e non sarà
Madri e figli: entrare in contatto attraverso la pelle “Un interrutore che accende le emozioni positive prosociali è certamente l’abbraccio, il contatto fisico. Trenta secondi fra le braccia di qualcuno, e il nostro cervello produce ossitocina […] e contemporaneamente si abbassano il battito cardiaco e la pressione sanguigna. L’ossitocina, conosciuta
Raccontare le meraviglie del silenzio ai bambini Qualche anno fa ero immersa nella lettura del libro “Il silenzio” dell’esploratore Erling Kagge quando, di punto in bianco, ho messo giù tutto e ho telefonato al primo tatuatore dell’elenco. L’indomani stesso mi sono presentata da lui e sono uscita con due scritte:
Chiedersi che cos’è una famiglia significa chiedersi cos’è l’amore. “Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo.”  Lev Tolstoj Per introdurre questo articolo ho scelto l’incipit di Anna Karenina perché da sempre mi smuove nel profondo. Cos’è una famiglia? E quando si
Momo: un regalo per grandi e piccini. Jonathan Garnier e Rony Hotin, Momo, Tunué Sì ok, è vero. Mi è bastato guardare la copertina di questo fumetto per cominciare a squittire come un topo davanti a un muro di formaggio. Ma guardatela, Momo. Con quegli occhi rotondi, sgranati e un
Vista, udito, olfatto, tatto, gusto: 15 libri per ogni senso. Dopo aver proposto otto libri per parlare ai piccolissimi dei cinque sensi in generale (potete trovare l’articolo qui), ecco una proposta di titoli adatti a considerare un senso alla volta. Nei primi mesi di vita, quello del bambino è un
Libri da vivere… in ogni senso Tutto ciò che sappiamo dire della realtà è la traduzione della nostra esperienza sensoriale di essa. Significa che i nostri sensi sono la chiave di accesso al mondo. Ecco perché è così importante diventarne consapevoli, allenarli, espanderli: significa arricchire la propria stessa vita. I
Hilda e il troll: non guarderete mai più una roccia con gli stessi occhi. Hilda è una bambina con i capelli blu vivace, piena di energia e fantasia che vive con la mamma e il suo cervolpe Twig in una casetta isolata tra boschi e montagne popolate da troll, giganti,
Accendere i cinque sensi per scoprire la meraviglia fuori dalla porta di casa. «Perché camminiamo? Perché cammino? Da dove mi sto allontanando a piedi e verso cosa mi sto dirigendo? Siccome le risposte sono piuttosto misteriose, alla fine ho sentito il desiderio di districare un po’ la matassa. Mi sono
Ma sono libri per bambini! Cinque albi illustrati da regalare agli adulti. Regalare libri per bambini a un adulto, ma che idea è mai questa! A questo punto, per me, il mondo si divide in due: quelli che ancora non sanno di cosa sto parlando, e quelli per cui non
E adesso, cosa gli dico? “Come nascono i bambini?”.  Poche domande mettono in crisi le mamme e i papà come questa, quasi fosse il segnale di non ritorno verso l’innocenza perduta, e l’inizio della fine. Ma cosa vogliono sapere veramente i bambini? E qual è il modo migliore per rispondere
Raccontare la meraviglia di nascere, vivere, esistere.   E’ impossibile spiegare cosa significhi mettere al mondo una vita. Semplicemente, da un giorno all’altro, un nuovo essere umano c’è. Esiste. E prima? Mio figlio dice che tutti noi prima di nascere eravamo “nella poesia”. Non so cosa significhi per lui, ma
…e tre libri sull’arte di spiccare il volo. Qualcosa di ancestrale mi lega da sempre ai rapaci notturni: gufi, civette, allocchi e barbagianni sono il “mio” animale, un po’ come i Daimon di Philip Pullman, o di James Hillman. Per anni ho indagato sul motivo di questa mia scelta inconscia:
Perché dovrei leggere storie di paura ai bambini? Quante volte mi è stata rivolta questa domanda, posta da genitori e nonni che, guidati dalle migliori intenzioni, desiderano preservare i loro piccoli dallo sperimentare emozioni “negative”. L’istinto di protezione è un nobile gesto d’amore, al contempo è bene decidere da cosa
10 libri fotografici per riconoscere e nominare il mondo​ Red, Blue, Yellow ShoeT. Hoban «Il libro fotografico è uno specchio perfetto per i bambini dai 6 mesi in su. Lì dentro si trovano le immagini riconoscibilissime di bambini che fanno le cose di tutti i giorni, di oggetti familiari da
Libri e collane per raccontare ai bambini il punto di vista degli adulti sul loro mondo I bambini non possono capire. I bambini non devono sapere. Hai mai avuto la sensazione che tuo figlio, come avesse un radar, fosse in grado di capire molto più di quel che sembra? Hai
Libri ed educazione alimentare: le proposte della bibliotecaria Silvia Ho una buona educazione alimentare? Sì. Si è evoluta ed è migliorata nel corso del tempo, grazie ad esperti ‘autorevoli’. È (ovviamente) iniziata in famiglia: i nonni materni erano contadini, tutti e quattro i nonni avevano vissuto in tempo di guerra
Tornare tra i banchi di scuola: ogni anno un’emozione unica. Quest’anno ancora di più! Ricordo come fosse ora il mio primo giorno di asilo, trentaquattro anni fa: io in lacrime, mia mamma che mi tratteneva per le mani e la maestra Elena che mi tirava per i piedi. Un inizio
Invia un messaggio