Perché tutti alla fine troviamo un posto dove atterrare

Il Natale si avvicina e nel nostro calendario dell’Avvento libroso oggi ho nascosto un albo illustrato delizioso che ci parla di desideri, amicizia, attese e sogni appesi come gli addobbi ai nostri alberi e le ghirlande luminose alle nostre porte nel periodo più magico dell’anno.

Fiocco di neve pubblicato da Giralangolo trasforma i suoi lettori in teneri fiocchi di neve dalla faccina simpatica e buffa che osservano l’avvicinamento al Natale dall’alto di una città che attende, attende e attende… si ma, cosa esattamente?

C’è chi attende la neve, come Noelle, che insieme al suo Nonnino si perde tra le luci e le decorazioni della sua città sognando un alberello tutto suo con una bella stella luminosa sulla cima.

Poi c’è chi attende, come Fiocco di neve, solo un luogo accogliente e calmo in cui posarsi e assaporare così la magia del Natale. Non sa bene dove andare e cosa fare, però di una cosa è certo: sa che deve cadere, perché è questo che fanno i fiocchi di neve, si lasciano andare. Non importa come, troverà un modo con il prezioso aiuto del vento e delle nuvole che, a suon di capriole e giravolte, lo condurranno proprio nell’unico posto dove potrà splendere e brillare di luce propria, ovvero sul piccolo albero di Noelle che, senza neanche saperlo, stava aspettando proprio lui.

Sarebbe meraviglioso se stanotte nevicasse… pensò Noelle.

Oh, come sarebbe bello essere la stella di quell’albero scintillante… pensò Fiocco di neve.

E così, quando l’attesa diventa desiderio e il desiderio diventa realtà, i cammini dei due protagonisti si incrociano. La bambina e il fiocco di neve, insieme, sembrano dare un nuovo significato al proprio piccolo Natale vedendo finalmente realizzato il proprio sogno e splendere, sempre insieme, nella loro nuova felicità appena trovata. 

Perché in fondo è vero, a Natale tutto è possibile e tutto si fa poesia, anche il fiocco che, cadendo, volteggia prima di posarsi su un davanzale o sul nasino di un bambino.

Prendete questa favola, sedetevi con i vostri bambini davanti al camino in un abbraccio stretto stretto… lasciate che l’incanto del Natale entri nelle vostre case e nei vostri cuori.

Buona lettura

 

Michela

Lascia un commento