Ci guardano dalla copertina, li vedete? Sono loro, i bambini di quelle periferie così distanti da noi, da sembrare invisibili. Sono coloro che giocano scalzi tra vetri i rotti, le siringhe e le braci dei falò, come equilibristi capaci, sul filo della vita.
 
Cosa fanno, come vivono, cosa sognano i piccoli abitanti di luoghi come questi? Ci siamo mai fermati a incrociare il loro sguardo, come quelli che Federico Delicado ci invita a osservare dalle pagine di un libro?
 
Ma queste persone esistono davvero, anche fuori dai muri di carta, e passano le loro esistenze in baraccopoli, favelas o slum cercando di farsi strada tra i rottami del mondo. Sono un terzo della popolazione mondiale.

Il titolo originale del libro è “El Gallinero”, perché così si chiama uno degli insediamenti della Comunità di Madrid in cui rimangono attivi diversi centri di marginalità. L’editore ha scelto di tradurlo con “La terra di nessuno”, versione accolta anche dagli stessi autori, che hanno deciso di mantenerla anche nelle altre traduzioni.

Chiedo a Lola Barcelo, direttrice di Kalandraka Italia, qualche parola sull’albo, e posso sentire dal suo tono di voce che è davvero orgogliosa di raccontarmi il perché di tale scelta editoriale:
 
“Spesso quando tengo una conferenza mi capita di dire che Kalandraka non è solo una casa editrice di progetto, ma soprattutto di responsabilità sociale, e questo libro è perfettamente coerente con tale linea editoriale. […] A me piacerebbe che questo libro fosse in tutte le biblioteche italiane, perché vorrei che insegnanti e bibliotecari coraggiosi potessero contare su di lui come mediatore necessario per parlare con i bambini di disuguaglianze, povertà, lavoro minorile diritto all’istruzione e ascensione sociale.  […] Alle elementari i bambini iniziano a vedere prime differenze di reddito a scuola, e alle medie questa consapevolezza è già collaudata. E’ importante capire cos’è la povertà assoluta, che è presente nelle periferie delle nostre città, e aspetta una risposta da tutti noi. La scuola è un luogo dove si dovrebbe imparare la cittadinanza attiva, e questo libro è una risposta perfetta”.  

“Ognuna delle persone che vi abitano alberga speranze, sogni e cerca la scintilla di un’opportunità”

La terra di nessuno
Delicado, Federico
Floriano, María José
Traduzione: Marta Rota Núñez
Un lavoro indispensabile, audace e impegnato con gli emarginati partendo dalla prospettiva semplice, dolce e creativa dell’infanzia.
Pagine: 48
Dimensioni: 24,5 x 21,5
ISBN: 978-84-1343-151-2

https://kalandraka.com/la-terra-di-nessuno-italiano.html

Questo articolo ha un commento

  1. houston junk car

    I quite like reading through a post that will make men and women think.
    Also, many thanks for permitting me to comment!

Lascia un commento