Semina gentilezza, coltiva sorrisi, raccogli amore

In un vaso come tanti altri, su un davanzale come tanti altri, di una finestra di un palazzo come tanti altri, in una città come tante altre, una notte il vento portò un seme.

 

Questo semplice incipit, forse uno tra i più belli che io abbia mai letto proprio per la sua delicata semplicità, ci introduce in un libro che ha del magico e dello straordinario.

Magico innanzitutto perché questa meravigliosa storia nasce e germoglia nel terreno buono e fertile di Matti da rilegare, un progetto editoriale italiano, originale e differente nel quale ogni storia viene raccontata a più livelli attraverso i più bei canali di espressione che ci siano, ovvero la parola, l’illustrazione, la musica e il laboratorio creativo. (dai un’occhiata al loro mondo qui)

Questo libro a leporello lungo ben 240 cm è inoltre magico perchè cresce con il lettore man mano che la storia prosegue nella sua narrazione…

Siamo in una città come tante, in un  palazzo come tanti in cui i condomini, persone comuni come tante altre ma dal cuore grande come troppe poche altre, si svegliano una mattina desiderose di un cambiamento… e tutto questo sarà possibile grazie al magico potere di un semplice seme.

Così allora, di fronte a tutta questa magia che durante la notte fa maturare limoni giallissimi e crescere fiori profumatissimi, ecco che Margherita, Gianni, la signora Gina e tutti gli altri personaggi decidono di dare una svolta alla propria giornata compiendo ognuno un piccolo gesto che cambierà per sempre la loro vita.

Giorno dopo giorno il nostro palazzo come tanti si riempie di piante, fiori e colori… ci sono i limoni di Margherita, le rose di Gianni, il gelsomino di Gina, la lavanda dell’ingegner Pinotti e perfino il baobab di Francesco che inondano di nuova vita tutta la facciata. 

Ogni fiore, ogni profumo nasconde per ogni personaggio un ricordo o un pensiero, riportando alla luce emozioni dimenticate.

Come nelle fiabe, ecco che l’oggetto magico, il nostro amico seme, si trasforma in ciò di cui i singoli protagonisti hanno bisogno, persino quando questo bisogno non è così evidente e conscio.

Questo libro, corredato dalle illustrazioni armoniose di Ilaria Zanellato, ci può essere d’aiuto nell’affrontare con i nostri bambini i temi dell’ascolto e del riconoscimento dei propri bisogni, uno strumento magico e prezioso che racconta l’importanza della pazienza e dello stupore a cui essa conduce.

Plant smiles, grow laughter, harvest love!

Michela 



Lascia un commento