Cinque libri per accompagnare i bambini nel mondo della Buonanotte

Il giorno ha occhi. La notte ha orecchie.
(Proverbio Persiano)

Diciamoci la verità, quanti bambini conoscete che hanno voglia di andare a dormire? Ne conosco ben pochi e, normalmente, i loro genitori sono gli esseri umani più invidiati del pianeta Terra. I bambini non vogliono andare a nanna perché il mondo è pieno di stimoli, di cose da fare, vedere, annusare, toccare. Ci sono troppe emozioni ancora da vivere, troppe coccole ancora da desiderare, troppo entusiasmo da disperdere. E noi adulti, invece, già catapultati alle 8:05 di mattina, ci chiediamo: ma come si fa a spegnerli, i bambini? Dove la trovano tutta quest’energia?

Infine, tra un battibecco e l’altro, riusciamo a infilare il pigiama, gli diamo il quarantottesimo bicchiere di acqua, il miliardesimo bacino, e poi ci accingiamo a leggere una storia, che dica, semplicemente: “Buonanotte amore mio, sono qui, accanto a te”.

Questo piccolo libro cartonato di Beatrice Alemagna edito da Topipittori ben descrive l’avventuroso viaggio verso il mondo del sonno: “Parto sempre alla stessa ora. Il viaggio è lungo: bisogna fare la valigia“. E così, dopo aver preso il biberon, il ciuccio, il pupazzetto preferito, dopo aver dato un bacio alla mamme, al papà e al gatto, dopo aver messo il pigiamino e aver spento la luce… “Ecco, allora, io parto“. Buonanotte!


Ho trovato questo di Marco Viale edito da Castoro un libro stupendo sotto tutti i punti di vista: accattivanti le illustrazioni, ironico e suggestivo il testo, originalissima l’intenzione. L’ho preso casualmente in prestito in biblioteca, e mezz’ora dopo mi sono dovuta inevitabilmente precipitare in libreria a comprarlo. Accidenti ai libri belli!

Cito dal sito di edizioni Castoro:

Il libro perfetto per la buonanotte e per far addormentare i bambini… a colpi di sonori e irresistibili sbadigli! Non ci credete? Provate a sfogliarlo!
Hai mai provato a fermare uno sbadiglio? È impossibile! Anzi di più. È come cercare di fermare la pioggia quando cade. È come convincere i grandi che la cioccolata fa crescere più in fretta della minestra. Quando uno sbadiglio arriva, non lo scacciare. Ma fai attenzione o di sbadiglio in sbadiglio… finirai per addormentarti! Proprio così. Un libro da leggere insieme, con grandi e colorate illustrazioni di ancor più grandi sbadigli, per accompagnare i bambini, pagina dopo pagina, a fare la nanna.


 

Avete presente la filastrocca: “C’era una volta un re, seduto sul sofà…” che non ha mai fine, a meno che chi la sta recitando non svenga? Ecco, questo intelligentissimo albo di Laurence Gillot, Pilippe Thomine e Marc Boutavant edito da Gallucci riproduce un effetto simile. E’, come dice il titolo, una storia che non finisce mai, perché coinvolge il lettore in un racconto nel racconto, creando una routine ipnotica che da una parte cattura l’attenzione, dall’altra rassicura e tranquillizza. Quale condizione migliore per portare il bambino con serenità verso il mondo dei sogni?


Il momento della buonanotte è anche e soprattutto uno dei rari momenti della giornata in cui è finalmente possibile restare qualche minuto abbracciati nel letto, insieme, a coccolarsi e dirsi con tutto il corpo quanto ci amiamo. Ancora una volta possiamo farlo attraverso le pagine (questa volta, in realtà, le schede) di un libro: quello della Scatola dei baci della buonanotte, edito da La Margherita.

Pesca una carta a caso e leggi quello che devi fare: “Buonanotte, zuccherino. Un bacio a schiocco come una caramella”, “Buonanotte, pulcino. Tanti baci pizzicosi, beccandoti il bancino con due dita”, “Buonanotte, pasticcino. Un bacio mordicchioso sulla guancia, perché vorrei mangiarti tutto” (potete vedere un estratto qui)

Ok, ok. Sto lo ammetto. Questo libro/scatola non vi aiuterà a mettere il bambino a nanna più velocemente. Vi farà anzi ritardare il momento di chiudere gli occhi a oltranza, siatene consapevoli. Ma vi addormenterete stramaledettamente sorridenti e felici.


A nanna, balena! di Bàrbara Castro Urìo, edito da Donzelli è un originalissimo cartonato adatto ai più piccoli, per osservare una piccola balena che, a forza di mangiare biglie colorate, cresce sempre di più fino a non stare più dentro la pagina. E’ un concept-book e un libro-sequenza che, oltre a presentare ai bambini la successione da piccolo a grande, permette loro di imparare o consolidare l’apprendimento dei colori. Ma più di tutto questo è semplicemente un bellissimo modo per rendere ancora più piacevole l’ultima coccola insieme nel letto, prima di spegnere la luce e seguire la nostra piccola balena nel buio della notte. Sogni d’oro!


Lascia un commento