Siete pronti per il fumetto più bello del mondo?

Siete pronti?  Siete pronti per il fumetto più bello del mondo? Siete pronti a leggere 1300 pagine in 3 giorni? Fatevi un regalo, leggete Bone.

Bone, Scritto e disegnato da Jeff Smith, Bao Publishing

Ci sono voluti ben 24 anni a completare la saga di Fone, Smiley e Phoney Bone, divisa inizialmente in tanti piccoli volumi autoprodotti ma egregiamente edita in Italia in un unico volume dalla Bao Publishing, la casa editrice di Zerocalcare per intenderci, la mia casa editrice preferita in assoluto.

Incontriamo i tre cugini in un deserto, sotto un sole cocente, senza acqua, stanchi (quasi) morti, intenti a scappare da una folla inferocita che li insegue con i forconi. Da subito si delineano le personalità dei personaggi: il coraggioso e puro di cuore Fone, lo sbruffone avido Phoney e lo sciocco e simpatico Smiley. Nel corso del loro viaggio si perderanno e ritroveranno più volte, dovranno salvare il mondo da una guerra che ne minaccia la sua stessa esistenza, incontreranno creature di tutte le forme e misure, qualcuno li aiuterà nella loro impresa e molti gli metteranno i bastoni tra le ruote.

In Bone c’è tutto: è un romanzo di formazione, è divertente, è carico di attese e colpi di scena, è fantasy, è avventuroso, ricco di emozioni, di entusiasmo, è surreale… io lo definisco il Signore degli Anelli a fumetti, ma non è abbastanza. Bone è di più.

Non esiste bambino a cui lo abbia consigliato che non sia tornato da me con due occhi enormi a chiedermi… e adesso? E adesso niente. Come Bone non c’è nient’altro.

Dopo averlo letto ci sono solo due strade: la prima è rileggerlo, subito di corsa senza perdere nemmeno un momento, oppure passare a tutt’altro genere, perché difficilmente troverete qualcosa che ne regga il confronto. Si resta un po’ vuoti dentro dopo averlo letto, quel vuoto bellissimo che nella vita lasciano pochissimi libri. Una sorta di malinconia da perfezione.

Prendetelo per i vostri bambini e non fatevi spaventare dalle dimensioni, lo leggeranno, ve lo garantisco. Ma poi leggetelo anche voi, e rileggetelo insieme. Sarà un’esperienza sublime da condividere.


PS: in America ha vinto 11 premi Eisner e nell’edizione italiana ci sono le note di Neil Gaiman. Serve altro?

PPS: che è bellissimo l’ho già detto?

PPPS: dagli 8 anni in su

PPPPS: ce ne sono due edizioni. L’originale è in bianco e nero, ma per chi lo preferisce c’è anche a colori.


Per seguire Elisa e gli altri suoi consigli sui fumetti per bambini NEVER WITHOUT clicca su #COMICSo

Lascia un commento